Skip to content

BORDIGA NELL’ INSENSIBILITÀ’ DELL’INDIFFERENZA

di Franco Astengo “Bordiga, il fascismo e la guerra, 1926-1944”, pubblicato da Massari: un testo nel quale Giorgio Amico, storico attento delle diverse “derivazioni comuniste” del XX secolo, affronta il tema dell’atteggiamento tenuto dal fondatore del P.C.d’I verso il fascismo e la guerra. Un testo molto documentato che richiama molti degli autori che nel tempo […]

Leggi di più…

Ripensare la Sinistra

Pubblichiamo l’introduzione di un interessante documento elaborato negli scorsi mesi da alcuni intellettuali della sinistra, di diversa estrazione e provenienza, tra cui Laura Pennacchi, Gianfranco Pasquino, Walter Tocci, Nadia Urbinati, Vincenzo Visco e Valdo Spini. Le coordinate politiche del documento Il filo rosso delle discussioni tenute in incontri (chiusi) dal nostro Network ha riguardato l’orizzonte […]

Leggi di più…

In memoria di Santo “Ino” Imovigli

di Franco Astengo e Bruno Marengo Lo stare sempre dalla parte dei lavoratori e il rigore morale rappresentavano i tratti distintivi di Ino Imovigli, segretario della Camera del Lavoro di Savona dal 1970 al 1979, in una provincia nella quale il “cuore” della società e dell’economia erano ancora rappresentati dalla classe operaia, quella forte, stabile […]

Leggi di più…

Lavoro e 1° Maggio

di Franco Astengo Il 1° maggio 1971, a pochi giorni dall’uscita del suo numero inaugurale, il Manifesto pubblicava uno degli articoli più importanti e per certi versi dissacranti, della sua storia. In prima pagina, senza firma, sotto il titolo “Contro il lavoro”, in quell’articolo si esplicitava il senso del “sommarione” che a quel tempo e […]

Leggi di più…

Il volo del calabrone

di Franco Astengo Sarà ricordato come merita questo volo del calabrone che dura da cinquant’anni. La storia del Manifesto come esempio unico di presenza politica nella sinistra e di cambiamento profondo in quelle regole dell’informazione che sembravano scolpite per sempre: o dalla parte dei padroni o giornale di partito. Attorno a”Il Manifesto”, nato su di […]

Leggi di più…

Sinistra e strategie dell’avversario

di Franco Astengo Paolo Franchi ( “Corriere della Sera” 15 aprile) è tornato sull’analisi del sistema politico e sulla prospettiva di quello che definisce “un nuovo bipolarismo, stavolta civilizzato”. E si rivolge a “chi ha a cuore il ripristino, ma su basi nuove della democrazia dell’alternanza. Ma, è la cosa meno ovvia di quanto possa […]

Leggi di più…

Sardine

di Dilvo Vannoni Le Sardine hanno svolto un prezioso ruolo nel contrasto alla vera e propria barbarie imperante durante il Conte1. Hanno saputo “levare il tappo” alla ribollente protesta ed indignazione solo serpeggiante nel paese, visto che – duole dirlo – soggetti preposti di vario tipo non hanno saputo o peggio voluto porvi mano. pur […]

Leggi di più…

Considerazioni sul “capitalismo crepuscolare” (4a e ultima parte)

a cura di Fulvio De Lucis Se non è possibile che persona sia universale perché non esistono le condizioni strutturali per universalizzarne il concetto, se per essere persone si viola tale concetto, allora perché – pensa l’individuo atomizzato – non organizzare un sistema per cui il concetto di persona non sia universale ma sia sub […]

Leggi di più…

Considerazioni sul “capitalismo crepuscolare” (3a parte)

a cura di Fulvio De Lucis Fineschi focalizza che se l’elasticità dell’esercito industriale di riserva è rigida e se l’offerta di lavoro è spaventosamente più ampia della domanda, ciò significa che anche il lavoro qualificato, che anche la potenziale capacità contrattuale del lavoro più sofisticato diminuisce fortemente perché capaci o meno abbondano. Cioè: non esiste […]

Leggi di più…

Considerazioni sul “capitalismo crepuscolare” (2a parte)

a cura di Fulvio De Lucis Continua nella sua esposizione, Fineschi, con una lettura ,diciamo, “classica” che non significa da polverosa da biblioteche, ricordando che : “Marx, sostiene che il modo di produzione capitalistico ha un funzionamento che implica una dinamica, non ripete meccanicamente lo stesso processo identico a se stesso, ma dà una direzione, […]

Leggi di più…