Skip to content

Commento a “UN PROGETTO E UNA VISIONE PER LA CITTÀ DI SAVONA” di Roberto Cuneo presidente della sezione savonese di Italia Nostra.

a cura della redazione de “Il Rosso non è il nero” Pubblichiamo di seguito il testo di un commento al nostro “Progetto e Visione per la Città di Savona”. Si tratta di un commento molto puntuale redatto dall’ing. Roberto Cuneo, presidente della sezione savonese di Italia Nostra, già consigliere comunale a Savona e a Vado […]

Leggi di più…

Un Progetto e una visione per la Città di Savona

a cura del Gruppo “Il Rosso non è il nero” Illustriamo di seguito il progetto e alcune linee programmatiche che il nostro gruppo “Il Rosso non è il Nero” intende sottoporre all’attenzione delle forze politiche, economiche, sociali e culturali ed ai cittadini tutti di Savona allo scopo di avviare una discussione sul futuro della Città. […]

Leggi di più…

Sanità: lo spezzatino clientelar-corporativo

di Franco Astengo In tempi di totale emergenza che dura da più di un anno è emersa la pessima gestione della Sanità da parte delle Regioni. Una pessima gestione che richiama la necessità di sollevare questioni di carattere costituzionale di grande importanza. In un Paese come l’Italia, nella storia del quale corporativismo e clientelismo fanno […]

Leggi di più…

Amazon

di Franco Astengo Lo sciopero in Amazon ha suscitato un forte livello di discussione. Un dibattito che non potrà essere tralasciato o ridotto come episodico. Serve un confronto intellettuale e politico continuo attorno ad alcuni temi decisivi come quello dell’estendersi dei termini di sfruttamento sulle nuove contraddizioni sociali. Le nuove contraddizioni sociali portate avanti da […]

Leggi di più…

Considerazioni sul “capitalismo crepuscolare” (4a e ultima parte)

a cura di Fulvio De Lucis Se non è possibile che persona sia universale perché non esistono le condizioni strutturali per universalizzarne il concetto, se per essere persone si viola tale concetto, allora perché – pensa l’individuo atomizzato – non organizzare un sistema per cui il concetto di persona non sia universale ma sia sub […]

Leggi di più…

Atlantico/Europa

di Franco Astengo La situazione internazionale deve essere oggetto di un’analisi diversa da quella che è stata portata avanti anche a sinistra nel corso degli ultimi anni. La frattura non è quella Europa/antiEuropa come banalmente interpretato in questo periodo, ma quella della collocazione dell’Europa dentro il nuovo “ciclo atlantico”. “Ciclo atlantico” aperto con grande chiarezza […]

Leggi di più…

Fratture vecchie e nuove

di Franco Astengo Nel seguire vecchi schemi Ezio Mauro (”Il campo del Papa straniero” – Repubblica del 15 marzo) individua quattro “angoli” che, dall’esaltata segreteria Letta in avanti, dovrebbero confrontarsi nel disastrato sistema politico italiano all’interno di un “campo progressista” destinata a contendere il Paese alla destra: una cultura democratica figlia della tradizione del centrosinistra […]

Leggi di più…

Savona 2021: comprensorialità e ruolo dei consigli comunali

di Franco Astengo Due fatti accaduti in questi giorni nel panorama economico e politico di Savona e del suo comprensorio meritano estrema attenzione non solo nel merito ma anche sul piano delle modalità con le quali impostare un dibattito pubblico. Mi riferisco alla proposta di installazione, nell’area della ex-centrale Tirreno Power di un impianto a […]

Leggi di più…

Considerazioni sul “capitalismo crepuscolare” (3a parte)

a cura di Fulvio De Lucis Fineschi focalizza che se l’elasticità dell’esercito industriale di riserva è rigida e se l’offerta di lavoro è spaventosamente più ampia della domanda, ciò significa che anche il lavoro qualificato, che anche la potenziale capacità contrattuale del lavoro più sofisticato diminuisce fortemente perché capaci o meno abbondano. Cioè: non esiste […]

Leggi di più…

Autonomia dell’imprenditorialità politica

di Franco Astengo In pochi giorni si sono verificati alcuni fatti politici di notevole importanza destinati a modificare un “trend” in apparenza al momento ‘prevalente nel sistema politico italiano: due ex-presidenti del Consiglio, Conte e Letta, arrivano da “papi stranieri” ad assumere il comando delle operazioni nei due soggetti politici (M5S e PD) chiamati, una […]

Leggi di più…